Una delegazione dei partecipanti al convegno sul tema “Conoscenze ed informazioni per un sistema agroalimentare innovativo e sostenibile” promosso ed organizzato a Ragusa Ibla, presso l’aula magna del Consorzio Universitario di Ragusa, dalla SIAE (Società Italiana di Economia Agroalimentare), guidata dal prof. Biagio Pecorino, ha incontrato i “vertici” del Consorzio di tutela del Formaggio Ragusano Dop ed ha visitato la sede ed il magazzino di stagionatura della società cooperativa “Progetto Natura”. E’ stata una visita alquanto interessante che ha messo la delegazione nelle condizioni di conoscere, in tutti i suoi particolari, tutte le fasi riguardanti la produzione del Ragusano Dop, il relativo disciplinare, il ruolo del Consorzio di Tutela e le speficità qualitativa di uno dei più apprezzati formaggi siciliani, con marchio comunitario, cui è legato lo sviluppo della zootecnia dell’area iblea, attraverso le esposizioni del direttore del consorzio Enzo Cavallo e del vice presidente Salvatore Cascone che, a seguire, nella sua qualità di direttore di Progetto Natura ha fatto visitare il locali dove avviene la stagionatura di buona parte dei formaggi siciliani ed in particolare di buona parte della produzione di Ragusano Dop. Ed è stata proprio la visita del magazzino di stagionatura a richiamare l’attenzione dei visitatori che, per buona parte, non ne conoscevano la imponenza e la spettacolarità.

Giustificata soddisfazione è stata espressa da tutti non solo per quanto visto ma anche per le risposte ricevute sui quesiti posti, ai responsabili del Consorzio e della Cooperativa, a seguito delle loro relazioni illustrative effettuate per far conoscere il formaggio Ragusano Dop del quale sono state anche descritte le possibilità di utilizzo sia come semistagionato che come stagionato. La visita è stata completata con una degustazione che ha permesso a tutti di apprezzare il gusto e le caratteristiche organolettiche e quindi il valore del Ragusano Dop, formaggio sempre più ricercato e destinato ad avere un ruolo di straordinaria importanza per il rilancio della zootecnia da latte e  della econonomia del comprensorio di produzione che oltre ai dodici comuni della provincia di Ragusa comprende tre comuni (Noto, Palazzolo Acreide e Rosolini) della limitrofa provincia di Siracusa.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento